Diagnosi, igiene orale, sbiancamento

Centro odontoiatrico

Durante la diagnosi viene valutato lo stato di salute del paziente e determinato l'eventuale piano di trattamento, ovvero l'insieme degli interventi che dovrà effettuare per portare a termine la cura. Nella prima visita vi è l'accoglimento del paziente, esame della situazione clinica, illustrazione dei problemi riscontrati e suggerimenti, per il successivo percorso diagnostico-terapeutico. Il caso può essere classificato in "semplice" (possibilità di formulare il piano di trattamento definitivo in prima visita) o caso "complesso" (necessità di ulteriori accertamenti per formulare il piano di trattamento definitivo).

Per igiene orale professionale si intendono tutte quelle manovre praticate al fine di eliminare i residui accumulati nel tempo e non risolti con l'igiene orale domiciliare. Lo sbiancamento dei denti vitali è una procedura finalizzata a ridurre la discronia (alterazione del colore) di denti vitali di una singola arcata dentaria. Si tratta con l'applicazione di agenti chimici ossidanti (perossido di carbammide) a contatto con la superficie dentaria. Si compone solitamente di una o sue sedute, indicazione che può variare a seconda del sistema e della tecnica di sbiancamento utilizzata.

igiene orale

Conservativa, pedodonzia, endodonzia

Centro Odontoiatrico

La Conservativa è quella branca dell'odontoiatria che si occupa del restauro morfologico, funzionale ed estetico, dei denti compromessi da varie cause. L'otturazione in composito estetico o in amalgama d'argento è un restauro definitivo di cavità nell'elemento dentale compromesso, che viene ricostruito ridondando forma e funzione.

La Pedodonzia è quella branca dell'odontoiatria che si occupa dell'igiene orale dei bambini; cura elementi dentari decidui o permanenti nei bambini, particolare attenzione viene data alla prevenzione e all'approccio psicologico.

L'Endodonzia è quella branca che si occupa del trattamento delle affezioni che colpiscono la radice e l'organo interno del dente, "il nervo". La "devitalizzazione" consiste nell'accesso alla camera pulpare ed al sistema monocanalare o pluricanalare, con sondaggio, completa rimozione del contenuto, sagomatura e sigillatura definitiva dei canali.

pedodonzia

Chirurgia odontostomatologica e maxillo-facciale, parodontologia

Centro Odontoiatrico

La Chirurgia Odontostomatologica o chirurgia orale si occupa di estrazioni dentali, di residui, radicolari; rimozione di radici o di denti inclusi o semi-inclusi nell'osso; asportazione dell'apice del dente coinvolto in processi infiammatori non trattabili con la sola endodonzia, asportazione di cisti e piccole neoformazioni del cavo orale, elevazione del pavimento del seno mascellare mediante innesto di biomateriali a scopo implantoprotesico, estrazione di denti sani in casi di affollamento dentario ai fini di una corretta terapia ortodontica. Include anche l'implantologia e tutti gli interventi chirurgici eseguiti a scopo preimplanatre, come la chirurgia ricostruttiva ossea, innesti con osso del paziente o sintetico, rigenerazione ossea guidata con membrane.

La parodontologia si occupa della malattia parodentale definitiva, comunemente chiamata Piorrea. Si tratta di una disciplina odontoiatrica che cura il parodonto, ossia il tessuto adiacente al dente, gengive, legamento parodontale, osso alveolare, con l'obiettivo di prolungare la vita del dente. Comprende trattamenti più conservativi, ma anche procedure chirurgiche più invasive esempio gengivectomie, chirurgia mucogengivale e osseo rigenerative finalizzate ad ottenere una corretta anatomia dei tessuti molli e duri adiacenti agli elementi dentali.

parodontologia

Protesi fisse e mobili, implantologia

Centro Odontoiatrico

PROTESI FISSA: per protesi fissa s'intende un dispositivo medico su misura più comunemente chiamato "corona" o "ponte" realizzato in laboratorio dall'odontotecnico, previa impronta rilevata dall'odontoiatra e poi cementato ai pilastri di sostegno naturali o artificiali (impianti) con lo scopo di ripristinare la funzionalità del dente naturale perso, di un gruppo di denti o di un'intera arcata dentaria. La protesi fissata dal dentista sul moncone naturale o artificiale non deve essere quotidianamente rimossa dalla bocca per le indispensabili manovre d'igiene orale.

Esempio: Corona in ceramica integrale: dispositivo medico su misura per il ripristino morfologico e funzionale di uno o più elementi dentali realizzato in laboratorio dall'odontotecnico, con modelli montati in massima intercuspidazione, in ceramica integrale. Gli elementi sono realizzati in materiali ceramici altamente estetici.

implantologia

INTARSI E FACCETTE: L'intarsio dentale è un dispositivo medico su misura finalizzato a ripristinare la morfologia dei denti posteriori, molari e premolari. Viene costruito in laboratorio da un odontotecnico e poi cementato sul dente precedentemente preparato dall'odontoiatra per accoglierlo. Può essere realizzato in ceramica, in materiale composito o in lega preziosa. A seconda delle superfici del dente da ricostruire viene classificato in Inlay, Onlay o Faccette se si tratta di ricostruire parti di dente anteriori. Esempio: Faccetta in "ceramica": dispositivo su misura, realizzato in laboratorio con materiale estetico, ceramico, composito, finalizzato nel restauro indiretto di un'intera superficie (buccale o linguale) della corono dentaria.

PROTESI RIMOVIBILI TOTALE O PARZIALE: la protesi rimovibile parziale o totale è un dispositivo medico finalizzato a sostituire gli elementi dentali mancanti. Viene prescritta nei pazienti in cui vi è la mancanza totale o parziale di elementi naturali o con una situazione clinica che ne impedisce la realizzazione di protesi fissa anche attraverso l'implantologia. Queste protesi possono essere qualificate in: protesi parziale, combinata, totale. La protesi rimovibile parziale è una protesi rimovibile dal paziente con supporto mucoso ed ancorata ai denti naturali mediante ganci. La masticazione è ripristinata tramite denti artificiali. In alcuni casi i denti artificiali e la finta gengiva sono supportati da una struttura in metallo chiamato scheletro.

Nella protesi combinata vi è una componente fissa, costituita da corone o ponti che fungono da strumento ritentivo ed una parte rimovibile sulla quale sono applicati i denti artificiali. La protesi totale (comunemente chiamato dentiera) ripristina l'intera arcata dentale priva di denti. E' appoggiata sulla cresta gengivale sia inferiore che superiore, la tenuta avviene attraverso l'effetto suzione, un effetto fisico simile a quello di una ventosa. In alcuni casi è possibile aumentare la ritenzione attraverso attacchi fissati sulle radici di denti naturali appositamente trattate (questo tipo di protesi si chiama Overdenture) o grazie ad un supporto implantare.

Protesi parziale rimovibile scheletrato con attacchi o con ganci: dispositivo medico su misura amovibile, finalizzato alla sostituzione funzionale ed estetica di parte dell'arcata dento-alveolare (denti e tessuti adiacenti). Viene realizzato dall'odontotecnico in laboratorio con denti in resina composita o ceramica e corpo protesico in resina, applicato su una struttura metallica portante individuale e a sua volta ancorata a denti residui o corone, mediante attacchi, oppure ancorata ai denti mediante ganci.

Protesi mobile totale definitiva d'autore: dispositivo medico su misura amovibile, finalizzato alla sostituzione funzionale ed estetica dell'intera arcata dento-alveolare (denti e tessuti adiacenti). Viene realizzato dall'odontotecnico in laboratorio con denti in resina composita o in ceramica e su articolatore semi-individuale o individuale.

Protesi mobile Overdenture definitiva d'autore: dispositivo medico su misura amovibile, con ancoraggio a radici dentarie residue o con ancoraggio implantare a barra o a bottone, finalizzato alla sostituzione funzionale ed estetica di parte o dell'intera arcata dento-alveolare (denti e tessuti adiacenti). Viene realizzato dall'odontotecnico in laboratorio con denti in resina composita e/o ceramica su articolatore a valori medi o individuale, con struttura metallica per irrigidimento ed alloggiamento degli attacchi, incorporata nel corpo protesico di resina.

PROTESI SU IMPIANTI: l'implantologia consiste nell'inserimento nell'osso della mandibola o del mascellare di pilastri artificiali integrati nell'osso stesso in sostituzione di uno o più denti naturali.

Attacco a bottone avviato su impianto: dispositivo di ritenzione costituito da due parti, di cui una a bottone ("patrice") e l'altra cava ("matrice"), una in materiale plastico e l'altra in metallo, una solidale all'impianto e l'altra solidale alla struttura protesica rimovibile.

Barra o Mesostruttura su impianti: dispositivo di ritenzione su misura in protesi fissa o rimovibile, realizzato mediante fusione in lega metallica su componentistica del commercio e successivo fresatura. Comprensivo delle viti di fissaggio al pilastro trasmucoso (abutment) o direttamente all’impianto.

Protesi ibrida Toronto: dispositivo medico su misura del tipo "Toronto Bridge", con corpo protesico in resina e barra metallica portante, con denti in resina o in ceramica. E' simile ad una protesi totale ma con superficie rosa ridotta. Può essere realizzata in resina o con struttura metallica e rivestimento estetico in ceramica, resina o materiale composito.

Protesi Rimovibile secondaria per tecnica conometrica: dispositivo medico su misura amovibile, finalizzato alla sostituzione funzionale ed estetica di parte dell'arcata dento-alveolare (denti e tessuti adiancenti). Viene realizzato dall'odontotecnico in laboratorio con denti in resina composita o personalizzati in ceramica o in composito e corpo protesico in resina, il quale ricopre una struttura metallica portante che corrisponde con precisione all'ancoraggio alla barra fresata, oppure che è fissata a corone secondarie od a cappette secondarie incorporate nella protesi stessa e conteggiate a parte.

Radiografie, sedazione cosciente, gnatologia

Centro Odontoiatrico

Indagini radiologiche - Esecuzione di ortopantomografie, rx endorali. Nel nostro studio è in uso un sistema radiografico digitale che offre dei vantaggi per i pazienti:

  • la dose delle radiazioni emesse e assorbite è molto inferiore rispetto ai sistemi tradizionali
  • è possibile rivedere l'immagine radiografica al computer, permettendoci di ingrandirla, ruotarla, osservarla e misurare le dimensioni
  • in fase intraoperatoria si possono effettuare indagini radiografiche in tempo reale

La sedazione cosciente è un tipo di anestesia leggera usata per provocare una condizione di rilassamento, amnesia e controllo del dolore durante una procedura diagnostica o chirurgica: il paziente, al quale vengono somministrati dei farmaci ansiolitici e antidolorifici, rimane cosciente ma completamente rilassato, non sentirà dolore e non ricorderà nulla dell'intervento. Terminato l'esame o l'intervento chirurgico, il paziente rimane in osservazione per circa due ore, quando viene dimesso deve essere in compagnia di un accompagnatore e deve impegnarsi a non guidare per l'intera giornata.

La gnatologia è la branca odontoiatrica che si occupa delle mascelle e di quanto è loro connesso ossia denti, articolazione temporomandibolare (ATM), muscoli della masticazione e sistema nervoso. Attraverso dispositivi medici è possibile correggere, prevenire o alleviare problematiche connesse.

radiografie dentali

Terapia ortodontica
ortopedico-funzionale

Centro Odontoiatrico

L'ortodonzia è quella particolare branca dell'odontoiatria che studia le diverse anomalie della costituzione, sviluppo e posizione dei denti e delle ossa mascellari; essa ha lo scopo di prevenire, eliminare o attenuare tali anomalie mantenendo o riportanto gli organi della masticazione e il profilo facciale mella posizione più corretta possibile. La pratica ortodontica consiste sostanzialemnte in due tipi di terapia che molto spesso sono consequenziali, in base alla posizione relativa dei primi molari (superiori o inferiori) si distinguono le malocclusioni in tre classi, I Classe dentale, II Classe dentale, III Classe dentale, dette classi di Angle.

terapie ortodontiche
  • Terapia Chirurgica: si attua estraendo qui denti che ostacolano l'allineamento e l'articolazione degli altri e la corretta posizione dento-facciale; nei casi della III classe clinica, si riscontra alcune volte la possibilità di interventi di competenza della Chirurgia Maxillo-Facciale.
  • Terapia meccanica: si attua mediante la costruzione di diversi tipi di apparecchi che potremo suddividere in: apparecchi attivi i quali agiscono direttamente con la loro forza quando viene attivata (es. apparecchi con viti, archi, molle, ecc.); apparecchi passivi i quali sfruttano le forze masticatorie essendo di per sè inattivi ( es. placca vestibolare, piano inclinato, ecc.)
  • Terapia Ortodontica fissa: terapia con dispositivi fissi vestibolari di varia tipologia (acciaio, ceramica, policarbonato, auto-leganti) nei soggetti in dentizione permanente completa o in fase iniziale con finalità esclusivamente ortodontiche, ortodontiche-chirurgiche, ortodontiche - pre-restaurative, ortodontiche-riabilitative occlusali.
  • Terapia Ortodontica Estetica con dispositivi fissi linguali o trasparenti: terapia mediante apparecchiature fisse di varia tipologia merceologica, posizionate sulla superficie palatale / linguale degli elementi dentari. La terapia mediante mascherine trasparenti removibili.
  • Terapia ortodontica intercettiva o ortopedico-funzionale: è un trattamento con dispositivi di tipo fisso o rimovibile.
CENTRO ODONTOIATRICO srl | 4, Via Moro - 24040 Lallio (BG) - Italia | P.I. 02810120168 | Tel. +39 035 692511 | info@centro-odontoiatrico.net | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite